La distruzione di suolo agricolo per Expo 2015

Pochi giorni fa si è aperto Expo 2015. Il tema "nutrire il pianeta", unito a quello della sostenibilità ambientale, appaiono in aperta contraddizione con l'enorme distruzione di suolo agricolo perpetrata per la costruzione dell'Expo stesso.

A fronte di 6 mesi di esposizione, sono andati distrutti per sempre i terreni agricoli della cascina Triulzia, circa 1000 ettari, e con essi la relativa produzione agricola. Altro che nutrire il pianeta, qui si tratta solo di speculazione edilizia e cementificazione. L'immagine allegata riproduce lo stato dell'area di Expo Milano come era nel 2000.

Ma non vi preoccupate: Expo s.p.a. sta comprando certificati verdi per compensare le sue emissioni di CO2... E magari questi certificati saranno prodotti da inceneritori e raffinerie di petrolio...

Tanto all'ipocrisia ed alla mistificazione non c'è mai fine.

 

Tipo di contenuto descrittivo: 
Luoghi: