Pesce d'Aprile anticipato dall'inceneritore: ancora emissioni astronomiche il 31/3/2014

In anticipo di un giorno sul "pesce d'Aprile" classico, il 31 marzo 2014 l'inceneritore di Torino-Gerbido ha regalato ancora una volta (ormai si è perso il conto) un incidente con relative emissioni altissime, anche 10 volte oltre i limiti medi giornalieri previsti dall'Autorizzazione Integrata Ambientale e dalla legge.

In particolare questa volta -per non farsi mancare nulla- sono Carbonio Organico Totale, ammoniaca, acido cloridrico e monossido di carbonio ad aver avvelenato i cittadini (in allegato i grafici forniti da TRM).

Vista la situazione, TRM, il Comitato Locale di Controllo, enti ed amministrazioni varie hanno deciso di prolungare il periodo "di prova" dell'impianto, durante il quale questo genere di "guasti" con relativa emissione di veleni oltre ogni limite è permessa senza problemi.

Insomma, visto che la legge non riescono a rispettarla, si fornisce un lasciapassare per fare quel che si vuole.

Ringraziamo Chiamparino ed i sodali del PD per aver deciso di costruire questo impianto sovradimensionato e realizzato dagli amichetti delle cooperative rosse.

Tipo di avvenimento: