Contenuti riguardanti "Testo divulgativo"

  1. Chiarezza sul "vapore" che esce dall'inceneritore del Gerbido: i veleni ci sono ma non si vedono

    Molto spesso i cittadini segnalano che si vedono, specie durante la notte, grandi quantità di fumo provenire dall'inceneritore di Torino Gerbido.

    Regolarmente, sia TRM che i vari enti preposti al controllo diffondono informazioni tranquillizzanti affermando che si tratta "solo di vapore" e che pertanto non c'è da preoccuparsi, e questa informazione viene divulgata da giornali e TV. Ma è vero?

     

  2. Cos'è "Rifiuti zero"?

    logo zero waste rifiuti zeroRifiuti Zero è una strategia che si propone di riprogettare la vita ciclica delle risorse in modo tale da riutilizzare tutti i prodotti, facendo tendere la quantità di rifiuti da portare a smaltimento finale in inceneritori e in discariche allo zero.

    Luoghi: 
  3. La società TRM

    logo trm

    Trattamento Rifiuti Metropolitani S.p.A. (o TRM) è la società privata proprietaria dell'inceneritore di Torino Gerbido. Pur essendo nata come società di proprietà pubblica, è stata (s)venduta per esigenze "di cassa" dal Comune di Torino alle società IREN spa e al fondo F2i di Vito Gamberale.

    Ripercorriamone la storia.

  4. Sacchetti biodegradabili la grande bufala

    Analizziamo la storia:

    Negli oceani vengono scoperte le isole di plastica. La maggior parte di questa plastica sono i sacchetti/film plastici.

    Soluzione: o troviamo un microorganismo che se la mangia o cerchiamo di sintetizzarla in modo che qualcuno se la mangi ma che poi la digerisca.

    Gli imprenditori partono in ricerca di una nuova possibilita di guadagno e investono risorse e come sempre italianità arriva prima .

    Luoghi: 
  5. La storia del CSS continua: Biella

    In allegato le osservazione sul nuovo impianto di produzione di Combustibile Solido Secondario (ex "combustibile solido da rifiuti") o abbreviato CSS E CDR.

    Luoghi: 
  6. Gli animali ittici come marker biologici

    La stravaganza dei ricercatori per trovare il marker non ha freno, ma l'individuazione nei pesci di allevamento come oggetto di analisi e quindi di cavie da labboratorio non è malvagia. Per lo meno gli animalisti non faranno le solite barricate.

    Questa ricerca però è completa anche sui sintomi che gli inquinanti provocano. 

    http://www.isprambiente.gov.it/files/pubblicazioni/rapporti/R_229_15_SPI...

    Temi: 
    Luoghi: 
  7. La ricerca disperata del petrolio in Piemonte e Lombardia.

    Non è la prima volta che si cerca il petrolio in pianura padana e per l'esattezza in Piemonte. Già  nei primi anni 80 si  effettuarono trivellazioni con sondaggi esplosivi e monitoraggi sulle onde cosi dette elastiche che venivano generate da queste, ma non approdarono a niente se non ad una devastazione qua e la di appezzamenti agricoli, il cui ripristino da parte dei proprietari fu molto gravoso, e si fecero i primi pozzi nel novarese.

    All'epoca i mezzi non erano molti e le tecnologie non consentivano grandi scoperte.

    Luoghi: 
  8. No TAR all'inceneritore di Firenze.

    COMUNICATO STAMPA SULLA SENTENZA
    DEL TAR DELLA TOSCANA

    TAR TOSCANA: STOP all’INCENERITORE di Firenze,
    la vittoria delle comunità locali

    Il TAR della Toscana ferma l’Inceneritore: non è stato richiesto il consenso al Comune di Sesto, nel quale i piani hanno previsto la realizzazione dell’impianto e non sono state realizzati i “boschi della Piana” che le amministrazioni oltre 10 anni fa avevano previsto a compensazione degli effetti inquinanti dell’impianto di incenerimento.

    Luoghi: 
  9. Tariffa puntuale legislazione

    Comunicato Stampa del 29/6/2017
    dalla Campania

    Finalmente entra in vigore il DM 20/4/17 sulla tariffa puntuale dei rifiuti conferiti al servizio pubblico che lascia il tempo (24 mesi dall’entrata in vigore) ai Comuni che già utilizzano un sistema di misurazione puntuale di adeguarsi alle nuove prescrizioni.

    Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Contenuti riguardanti "Testo divulgativo"