Contenuti riguardanti "Italia"

  1. Dovunque il porta a porta è preso sul serio vince: studio sull' Emilia.

     IL PORTA A PORTA VINCE ANCHE IN EMILIA ROMAGNA  si ritiene sia utile diffondere le prime conclusioni di uno studio statistico dell'ECOISTITUTO di Faenza su tutti i comuni dell'Emilia Romagna con un confronto fra i risultati di RD, produzione, rifiuto residuo, rifiuto non inviato a riciclaggio per sistema di raccolta in Emilia Romagna, sui dati ufficiali regionali. In particolare si sottolinea che i quantitativi procapite di rifiuti smaltiti in discarica, inceneritore o TMB sono: stradale 302, stradale con tariffa puntuale 211, porta a porta 165, porta a porta con tariffa puntuale 116.

    Luoghi: 
  2. Comunicazione CARP di Luglio 2015 e convocazione assemblea

  3. Le Marche puntano sulla differenziata, senza altre discariche.

    Nel 'Piano per la gestione dei rifiuti urbani e speciali' della Regione Marche il "no" ai termovalorizzatori

    Diminuire del 10,3% la produzione pro-capite dei rifiuti urbani; elevare al 72,3% la raccolta differenziata; portare a esaurimento le discariche esistenti, senza realizzarne nuove e senza costruire termovalorizzatori. Sono gli obiettivi indicati dal Piano per la gestione dei rifiuti urbani e speciali, approvato dall’Assemblea legislativa nell’ultima seduta e predisposto dalla Giunta regionale.

    Luoghi: 
  4. Studio di settore dell Cassa Depositi e Prestiti (CDP) sui rifiuti ipotizzando discariche zero.

    Purtroppo per noi enti pubblici (cassa depositi e prestti) ipotizzano delle teorie simile alle nostre, pagando lautamente studi di settore, utilizzando i nostri soldi( in questo caso dei nostri  depositi postali), che poi rimangono lettera morta. è il caso dello studio in allegato sui rifiui(scaricabile all'indirizzo:http://www.cdp.it/studi/studi-di-settore/rifiuti.html oltre che in  cale alla presente).

    Luoghi: 
  5. Corte dei conti chiede a Deluca risarcimento per l'inceneritore di Salerno

    Termovalorizzatore, Corte dei Conti ipotizza danno da 130 mila euro

    La procura regionale presso la Corte dei Conti della Campania ha ipotizzato un danno erariale di 130 mila euro per il Comune di Salerno a causa della nomina a project manager di Alberto Di Lorenzo, ex capo staff di Vincenzo De Luca, neo governatore della Campania, nell’ambito della realizzazione del termovalorizzatore di Salerno.

    Luoghi: 
  6. Esplosione nell'inceneritore di Pordenone

    Una persona è morta e una è rimasta ferita dopo l’esplosione avvenuta nell’impianto di termovalorizzazione di Spilimbergo (in provincia di Pordenone).

    La vittima è un operaio di 50 anni, dipendente della società. Dalle prime informazioni si apprende che l’uomo stava sistemando assieme a un collega un serbatoio quando è stato investito da un violentissimo scoppio. L’altro operaio, seppure rimasto praticamente illeso, è stato trasferito in ospedale a bordo di un’ambulanza, in stato di choc.

    Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Contenuti riguardanti "Italia"