Contenuti riguardanti "Italia"

  1. Cosa sono i RAEE? rifiuti elettrici/elettronici

    Una guida, nata dalla collaborazione tra Ecodom e Cittadinanzattiva, sarà distribuita in tutte le regioni italiane per informare i cittadini su cosa sono i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e qual è il giusto modo di smaltirli per far sì che il loro impatto non sia più nocivo di quanto già non è. In Italia, infatti, solo 4 risultano essere le province" virtuose" in termini di raccolta e trattamento dei RAEE: Olbia-Tempio, Como, Aosta e Sassari.

    Luoghi: 
  2. Trattamento dei RAEE da parte di Elettromania.com

    Un po' di storia ...... 

    Elettromania nasce a Bologna nel Giugno 1994, ed offre un servizio innovativo di acquisto/vendita tra privati. 

    Specializzato nel ritiro e vendita di beni di consumo elettronici, vi si possono trovare anche oggetti curiosi e vinatge tecnologico. 

    La formula utilizzata, rimasta invariata nel tempo, è il conto vendita. 

    ULTIMI ARRIVI:

     

    168302126 ACCESS POINT  KRAUN  KR1N N150    

    Luoghi: 
  3. Trattamento delle RAEE la ditta Relight Italia

    sede Legale e Impianto
    Via per Lainate 98/100 - 20017 Rho (MI)

    Tel. +39 0293180737 | Fax +39 029303510 | info@relightitalia.com

    Non che sia molto cio' che è stato trovato sul sito dell'azienda che trasforma via triturazione i RAEE in materie prime .

    Sicuramente è megio che abbandonati in strada.

    www.relightitalia.it

    Luoghi: 
  4. Economia circolare ? o spremitura dei consumatori

    Filippo Bernocchi, avvocato e politico toscano legato ad Altero Matteoli ricopre da anni un ruolo determinante nel fare gli interessi degli enti trattando con il Conai costi e rimborsi per la differenziata. Il suo studio, però, cura da tempo i recuperi crediti del consorzio. L'interessato: "Mai fatto sconti". Resta il fatto che il sistema di raccolta economicamente pesa di più sulle spalle dei contribuenti che su quelle degli produttori di imballaggi. E le anomalie non finiscono qua.

    Il controllato che fa il controllore e l' ENEA propone economia circolare in 4 passi che risate.

    Luoghi: 
  5. Enea ha un piano d'azione per l'economia circolare??????

    E' divertente vedere come le istituzioni cavalcano l'onda di ciò che è bello, ambientalista e popolare quindi di moda, ma che poi in realtà nulla di ciò che viene detto venga messo in cantiere o se messo in cantiere è solo una facciata che comunque è costata soldi pubblici.

    Parliamoci chiaro l'economia circolare non è attuabile ne in 4 punti ne in 200, occorre cambiare la cultura partendo dalle generazioni che devono ancora crescere dalle elementari.

    Luoghi: 
  6. Riciclare il materiale conviene, la distruzione no

    ROMA - Carta, vetro, umido, "se correttamente raccolti e selezionati permettono oggi un risparmio di 6,5 miliardi sull'importazione di materie prime dall'estero". Questi i dati del Was Annual Report 2016, uno studio sull'economia circolare elaborato da un think tank coordinato dalla società di consulenza ambientale Althesys.

    Luoghi: 
  7. CDR o CSS e ora abbiamo il CSS-COMBUSTIBILE?

    ECOCarbon è un consorzio nato tra i produttori e gli utilizzatori di S.R.F. (Solid Recovered Fuel), ovvero C.S.S. (Combustibile Solido Secondario) e/o di Combustibile derivato da materie seconde – sottoprodotti – residui di lavorazione. Nato con l’obiettivo di creare una filiera di produttori, utilizzatori e società civile che pensano di ritenere i rifiuti una risorsa energetica tramite la distruzione, punta a sostituire almeno in parte il combustibile fossile introducendo il CSS Combustibile cioe i rifiuti.

    Luoghi: 
  8. Onore a Carla Poli

    Dopo breve malattia,  si è spenta all’età di 68 anni Carla Poli 

    vi invio questo contributo scritto da Patrizia Gentilini, in ricordo di Carla Poli, scomparsa a soli 68,
    considerata da molti pionera del riciclo dei rifiuti.

    Un caro saluto e buon anno
    Roberto Romizi

    Temi: 
    Luoghi: 
  9. Lo smog a Torino causa mutazioni genetiche e danni al DNA - ricerca shock

    Lo studio MAPEC-LIFE, svolto su un campione di bambini,  ha rilevato che in varie città italiane, fra cui Torino, lo smog ed il particolato causano danni ai geni ed al DNA, in particolare l'analisi si è concentrata sulla bocca. I risultati sono stati presentati a dicembre 2015, ma gli organi di stampa l'hanno scoperto solo ora.

    Luoghi: 
  10. NO al referendum, SI alla tutela ambientale

    NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE - SI ALLA TUTELA DELL’AMBIENTE

    Appello alle associazioni ambientaliste e ai comitati territoriali.

    Negli ultimi tempi la mobilitazione di moltissimi cittadini ha messo in dubbio e persino fermato, diverse opere definite strategiche, imposte dall’alto ma riconosciute da molti cittadini come inutili e con forte impatto nocivo sulla salute e sull'ambiente.
    Queste mobilitazioni si sono svolte sul territorio, la controparte sono stati gli enti locali: Comuni, Città metropolitane e Regioni.

    Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Contenuti riguardanti "Italia"