Contenuti riguardanti "Italia"

  1. Piano Nazionale Amianto

    Presentazione in pompa magna del Piano Nazionale Amianto a Casale Monferrato lunedì 8 aprile u.s.

    Luoghi: 
  2. ANCORA SULLO SMALTIMENTO DELLE MASCHERINE USATE

      Torniamo sull' argomento per informare su due novità, relative allo smaltimento delle mascherine usate: la prima è la circolare dell' Assessore Ambiente della Regione Piemonte, che conferma che le mascherine usate( e i guanti usati) devono essere conferiti nel rifiuto indifferenziato. La seconda novità è che il Ministro Ambiente Costa ha invitato i farmacisti e i supermercati ad attrezzarsi per raccogliere separatamente in appositi contenitori davanti ai loro negozi le mascherine usate e i guanti usati, allo scopo di riciclarli e farne materie prime seconde.

    Luoghi: 
  3. COME SMALTIRE LE MASCHERINE USATE?

     Ecco un nuovo tipo di rifiuto, ignoto fino a sei mesi fa, cioè le mascherine anti covid usate.A prima vista si tratta di un rifiuto indifferenziato come molti altri, che va a finire nel bidone nero dei rifiuti non riciclabili, e alla fine verrà bruciato negli inceneritori lombardi. In effetti le mascherine usate pongono qualche problema. Intanto ci sono diversi tipi di mascherine, ma per ora concentriamoci sul tipo più diffuso, le mascherine chirurgiche. Nei prossimi mesi ne consumeremo una grande quantità, in tutta Italia decine di milioni di pezzi al mese.

    Luoghi: 
  4. LUCI ED OMBRE NEL RICICLO DEI RIFIUTI

    Il riciclo dei rifiuti è una delle azioni fondamentali dell' economia verde,cioè dell' Economia Circolare, ma il riciclo dei rifiuti deve essere eseguito correttamente, altrimenti rischiamo di peggiorare la situazione.
    Facciamo alcuni esempi.
    Primo esempio: i fanghi da depurazione delle acque reflue. Se spargiamo questi fanghi direttamente sui campi agricoli, senza averli preventivamente trattati, rischiamo di diffondere nei campi e nei prodotti agricoli le sostanze tossiche, quasi sempre presenti nei fanghi da depurazione.

    Luoghi: 
  5. Il pellet: sempre più casi di contaminazione

    Che cos'è? E cosa dovrebbe essere il pellet?

    In teoria il pellet è un agglomerato di legno vergine pressato in forma di piccoli cilindretti facili da gestire in stufe automatizzate.

    Luoghi: 
  6. Norma "Sblocca Italia" e inceneritori. Game over?

    Come molti sanno l’art. 35 del decreto “Sblocca Italia” (ora L.164/2014) permette, o per meglio dire impone la “libera” circolazione dei rifiuti urbani e assimilati nelle zone con sovracapacità impiantistica (parte del Nord), il tutto precisato e dettagliato nel successivo DPCM 10.08.2016.

    Luoghi: 
  7. Gli animali ittici come marker biologici

    La stravaganza dei ricercatori per trovare il marker non ha freno, ma l'individuazione nei pesci di allevamento come oggetto di analisi e quindi di cavie da labboratorio non è malvagia. Per lo meno gli animalisti non faranno le solite barricate.

    Questa ricerca però è completa anche sui sintomi che gli inquinanti provocano. 

    http://www.isprambiente.gov.it/files/pubblicazioni/rapporti/R_229_15_SPI...

    Temi: 
    Luoghi: 
  8. No TAR all'inceneritore di Firenze.

    COMUNICATO STAMPA SULLA SENTENZA
    DEL TAR DELLA TOSCANA

    TAR TOSCANA: STOP all’INCENERITORE di Firenze,
    la vittoria delle comunità locali

    Il TAR della Toscana ferma l’Inceneritore: non è stato richiesto il consenso al Comune di Sesto, nel quale i piani hanno previsto la realizzazione dell’impianto e non sono state realizzati i “boschi della Piana” che le amministrazioni oltre 10 anni fa avevano previsto a compensazione degli effetti inquinanti dell’impianto di incenerimento.

    Luoghi: 
  9. Condanna per danno erariale sul mancato raggiungimento raccolta differenziata a Recco (GE)

    Il caso del Comune di Recco (Genova). Nel 2012 la Procura contabile della Liguria indaga per danno erariale da parte del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente in carica e dei loro predecessori nei confronti del Comune di Recco, in Provincia di Genova.

    Il danno per il Comune deriva dal mancato raggiungimento degli obiettivi minimi, dettati dalla legge, di Raccolta Differenziata e corrisponde all’aggravio di costo sostenuto per aver dovuto versare in discarica una maggiore quantità di rifiuti.

    Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Contenuti riguardanti "Italia"