Tu sei qui

Contenuti riguardanti "Proposte e azioni"

  1. Tariffa puntuale al via nel vercellese e nel novarese

    In Italia abbiamo una gestione dei rifiuti e soprattutto della tariffazione che varia sia nella modalità che nell'entità da consorzio a consorzio da ditta a ditta, questa differenza di gestione è dovuta alla bravura e all'onestà dei personaggi che gestiscono il sistema dei rifiuti locali.

    Luoghi: 
  2. NO al referendum, SI alla tutela ambientale

    NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE - SI ALLA TUTELA DELL’AMBIENTE

    Appello alle associazioni ambientaliste e ai comitati territoriali.

    Negli ultimi tempi la mobilitazione di moltissimi cittadini ha messo in dubbio e persino fermato, diverse opere definite strategiche, imposte dall’alto ma riconosciute da molti cittadini come inutili e con forte impatto nocivo sulla salute e sull'ambiente.
    Queste mobilitazioni si sono svolte sul territorio, la controparte sono stati gli enti locali: Comuni, Città metropolitane e Regioni.

    Luoghi: 
    Valutazione: 
  3. Gestione in proprio dei rifiuti, al Comune va la vittoria finale

    Per chi pensa che non sia possibile che un comune gestisca in proprio la raccolta dei rifiuti sbaglia di grosso.

    Un Sindaco con  palle ha aperto la strada. La lotta è stata dura e sono arrivati fino al Consiglio di Stato , ma la societa' di raccolta di rifiuti ha perso tutti i ricorsi.

    Il comune in questione e Rodigo 5000 abitanti nel mantovano.

    Il Consiglio di Stato respinge il ricorso di Mantova Ambiente contro il sistema di raccolta in proprio Il sindaco: «Perseguitati per anni, ma giustizia è fatta».

    Luoghi: 
  4. Inceneritori. Schiaffo della UE al Ministero dell'Ambiente e all'ARTA

    Comunicato stampa dell'8/06/2016
     
    Piano inceneritori del Governo Renzi. Schiaffo della Commissione Europea a Ministero dell'Ambiente e ARTA.
     

    Luoghi: 
  5. Altri 600000 metri di discarica per il Piemonte

    Comunicato stampa

     

    Oggi, 16 giugno è  terminata  la Conferenza dei servizi che autorizzerà due nuove discariche, una di rifiuti speciali ed una di rifiuti urbani, nel Comune di  Cavaglià , che comporterà un incremento di circa 600.000 mc. di rifiuti sul territorio già compromesso  della Valle Dora.

     

  6. NO DEFINITIVO AL PIROGASSIFICATORE DELLA VALLE D'AOSTA

    Il consiglio di stato nega il rimborso al gruppo di ditte che hanno vinto l'appalto in via provvisoria.

    Praticamente la regione Valle d'Aosta non ha vietato la costruzione di impianti di termodistruzione ma ha solo seguito l'iter per bloccare questo.

    Questa è un sunto della lunga  sentenza del consiglio di stato ( per intero)  

    Luoghi: 
  7. Sonata sull'artico per un'area protetta senza precedenti

    MUSICA PER L'ARTICO!

    Purtroppo il link seguente del filmato non ha le protezioni adeguate, quindi non tutti potranno vederlo o sentirlo.

    https://www.e-activist.com/ea-action/broadcast.record.message.click.do?e...

    Luoghi: 
  8. Riciclo paraurti

    Dai paraurti Toyota si ricava plastica per costruire nuove parti dell’auto. Così il colosso giapponese ha deciso di dare una seconda vita ai pezzi dei suoi veicoli che giungono a fine vita, nel tentativo di avvicinare il suo sistema di produzione al concetto di economia circolare.

    Negli Stati Uniti, Toyota Motor Sales U.S.A. ha unito le forze con Boles Parts Supply (BPS) già nel 2014, lanciando il National Scrap Program. Per reciclaggio della plastica dei paraurti. Occorre pero verficare cosa fanno in caso di paraurti verniciati?

    Tipo di contenuto descrittivo: 
    Luoghi: 
    Valutazione: 
  9. Impianti TMB

    Dopo varie ipotesi di impianti di TMB, il CARP  non ne appoggia piu' la realizzazione, per i seguenti motivi:

    Tipo di contenuto descrittivo: 
    Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Contenuti riguardanti "Proposte e azioni"