Esempi virtuosi

Argomento: 

C’è qualche esempio di riduzione rifiuti nel campo dell’igiene ?

Sì, a Cambridge, Gran Bretagna, è stato portato a termine uno studio per sostituire la carta monouso con i rotoloni in stoffa nei bagni dei propri uffici (2605 persone). Il risparmio calcolato è di 12.488 sterline all’anno con un risparmio di rifiuti di 7,5 tonnellate all’anno. (www.wastewatch.org.uk ).

C’è qualche esempio di riduzione rifiuti negli arredi ?

Sì, a Bristol è in corso un progetto di rete di riutilizzo degli arredi che produce ogni anno un risparmio del 60% sullo smaltimento in discarica e un recupero di 85.000 tonnellate di materiali.

È obbligatorio bruciare i rifiuti ospedalieri ?

No, esiste già le tecnologia per trattare questo tipo di rifiuti senza ricorrere all’inceneritore. Econos, www.econos.it, consente di triturare e sterilizzare i rifiuti infettivi direttamente all’interno degli ospedali, trasformando questi rifiuti in normale rifiuto urbano.

È obbligatorio bruciare i Cd e i Dvd non più utilizzabili ?

No, esiste già un impianto prodotto dalla Ipmi di Nizza che stratta 1 milione di cd/dvd al mese (1 turno da 8 ore), separando la parte superiore (metallo + vernici) da quella inferiore (policarbonato) permettendone il recupero.

Ci sono esempi virtuosi di applicazione della raccolta differenziata porta a porta?

Sì, nel comune di Ponte delle Alpi nel 2007 la raccolta differenziata era bloccata al 24% e 3'000 tonnellate di rifiuti andavano a discarica per una spesa complessiva di 475 mila euro. Nel 2009, applicando la raccolta differenziata porta a porta, la percentuale è passata all’85%, con 341 tonnellate di rifiuti a discarica e una spesa di 56 mila euro.