Gerbido: le diossine si cercheranno dove non ci sono

Logo TRM

Il 13 febbraio 2013 dalle 16:30 alle 18:30 Comitato Locale di Controllo si è riunito ed ha visionato il monitoraggio biologico che sarà commissionato e pagato da TRM all’università, all’ASL, ARPA, e Ministero della Sanità.

Presentato come primo e unico studio definitivo sugli effetti che possono provocare le emissioni degli inceneritori sull’essere umano in realtà, sembra essere il solito spreco di denaro pubblico.

Non solo il gruppo di persone analizzate è esiguo (solo 292 più i dipendenti dell’impianto) ma le analisi delle diossine saranno fatte sul sangue, dove le diossine non si accumulano e sono scarsamente presenti essendo liposolubili.

Non sono neanche presi in considerazioni i bambini, perche la fascia di età sarà tra i 35 e 68 anni, nessuna ricerca sul latte materno, dove le concentrazioni degli inquinanti (soprattutto diossina) sono più alte. Lo studio avrà una durata limitata fino al 2016 e per alcuni inquinanti 2022 e come se non bastasse, vengono sottoposti allo studio anche i dipendenti delle ditte subappaltatrici della manutenzione annuale, che normalmente sono a contratti a termine e quindi cambieranno tutti gli anni, non potrà esserci un riscontro.

A lavoro ultimato sarà presentato come uno studio favoloso che renderà gli inceneritori delle macchine pulite perche si è cercato gli inquinati dove non ci sono.

Insomma, la solita farsa.

Tipo di avvenimento: 
Valutazione: