Inceneritori: il presunto risparmio di CO2 è un falso

TRM scrive che si risparmia CO2 perche il metano prodotto e liberato dalle discariche è circa 20 volte più dannoso (per l'effetto serra) della CO2 che viene prodotta dalla sua combustione.

È vero che una molecola di metano riflette l'infrarosso circa 20 volte di più di un molecola di CO2, e che quindi disperdere un metro cubo di metano in atmosfera equivale a disperdere 20 metri cubi di CO2: per questo la comunità europea e la legge italiana, dal 2005, obbliga tutte le discariche a captare il metano e bruciarlo o utilizzarlo per fare cogenerazione (produrre energia termica e elettrica, ricavando da un metro di metano poco più di un metro tra CO2 e H2O).

È quindi falso dire che l'inceneritore fa risparmiare CO2, in quanto non è più consentito disperdere metano puro in atmosfera (mentre loro affermano che le discariche lo fanno ancora, in questo caso e la stessa Provincia che dovrebbe controllare e chiudere le discariche in queste condizioni).

Ma la Provincia di Torino afferma che i controlli li fa e sono bravi (secondo loro).

È palese la volonta di ingannare scrivendo che si risparmia sulla produzione di CO2 equivalente (cioè sul metano), perche il metano non può più essere liberato tal quale in ambiente.

Ricordiamo inoltre che l'impianto produrrà dalle 500.000 alle 600.000 tonnellate di CO2 reali (e non virtuali!) e brucerà anche metano come combustible.

L'affermazione che ne consegue: "bruciarlo per bruciarlo tanto vale usare l'inceneritore", peccato che energeticamente e per l'effetto serra è meglio la captazione in discarica con la cogenerazione, o -meglio ancora- la coogenerazione in biogas in appositi digestori.

Tipo di contenuto descrittivo: 
Luoghi: 
Valutazione: