Cosa sono i RAEE? rifiuti elettrici/elettronici

Una guida, nata dalla collaborazione tra Ecodom e Cittadinanzattiva, sarà distribuita in tutte le regioni italiane per informare i cittadini su cosa sono i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e qual è il giusto modo di smaltirli per far sì che il loro impatto non sia più nocivo di quanto già non è. In Italia, infatti, solo 4 risultano essere le province" virtuose" in termini di raccolta e trattamento dei RAEE: Olbia-Tempio, Como, Aosta e Sassari.

"La quantità di RAEE che ogni cittadino italiano 'produce' (cioè butta via) ogni anno è impressionante: quasi 13 kg a testa, che in totale fanno circa 800.000 tonnellate all'anno.

I RAEE contengono ferro, alluminio, rame, plastica, ma anche elementi particolarmente preziosi o strategici, come l'oro, il palladio, il cobalto, la grafite e altre terre rare.

Purtroppo la tecnica attuale non consente il recupero totale delle materie prime dai pochi apparecchi per ora recuperati.

La plastica, come le gomme e i siliconi, sono destinati ad essere distrutti come combustibile da rifiuto (css). La prassi non è lo smontaggio ma la triturazione e successivamente lavaggio con acidi o fusioni multiple. Tipo il trattamento dei RAEE della ditta Relight Italia.

Certo il recupero pezzo per pezzo lo si può fare in paesi disagiati e poveri, dove per pochi euro si fanno dividere alla popolazione locale milioni di tonnellate dei nostri RAEE, oppure attraverso la vera economia circolare si cerca di usare nuovamente le apparecchiature vedi Trattamento dei RAEE da parte di Elettromania.com o autoripararle in economia nei REPAIR CAFFE.

Luoghi: