Manifestazione a Chivasso del 24 ottobre 2015

 comunicato di Terrasana, Restiamo Sani e Coldiretti sulla manifestazione di sabato 24 ottobre a Chivasso

 

L'Associazione Terrasana ed il Comitato Restiamo Sani, confermando i numeri della precedente manifestazione del novembre 2014, non possono che ritenersi soddisfatti della riuscita di quella del 24 Ottobre. Soprattutto perché a fianco di personalità della politica e dell'associazionismo locale hanno marciato le famiglie, che stanno sempre di più aumentando la propria consapevolezza su questo complesso argomento. Interpretiamo questo come un segno evidente di sostegno alla nostra quotidiana attività, e pertanto  continueremo a schierarci dalla parte dei cittadini.

Dobbiamo contrastare e trasformare l'indifferenza di quelle persone meno attente e di quei genitori che giocano con i loro bimbi negli spazi pubblici, senza pensare che il loro futuro si gioca altrove.  

Mai come oggi occorrono atti di responsabilità a partire dai genitori di quei bimbi che rappresentano le generazioni future. Occorre insegnare loro che la salvaguardia della salute ed il dono della vita sono fra i il primi valori  di riferimento, a cui aderire.Sabato pomeriggio si sono nuovamente riversate in piazza realtà diverse, accomunate dall'obbiettivo di non poter permettere a nessuno di devastare il nostro territorio, con scelte scriteriate ed irresponsabili. Era già noto al momento della campagna elettorale che si sarebbe dovuto fare a meno degli introiti della discarica: quello che sta succedendo è l'ennesima dimostrazione di incapacità gestionale e programmatica degli amministratori della città di Chivasso.Ci si aspettava atti di responsabilità e gesti chiari ed anche di coraggio, non certamente l'appoggio a coloro che hanno depredato il nostro territorio con lo scopo di far quadrare i propri bilanci. Abbiamo assistito a "commedie all'italiana" reiterate (consulta ambientale, tavolo legale e tavolo "dei Pogliani"), sotterfugi vari e boicottaggi di atti, documenti e dati importantissimi, oltre che ad iniziative di informazione.Sabato pomeriggio abbiamo nuovamente toccato i cuori e le menti delle persone, che ora iniziano a farsi davvero delle domande ed a riflettere sugli argomenti del nostro NO ad ulteriori ampliamenti o discariche. IL TERRITORIO E' MOLTO INQUINATO E NON DOBBIAMO CARICARLO ULTERIORMENTE.   Quotidianamente, veniamo messi a conoscenza di scempi ambientali evidenti e palesemente ingiusti: oggi anche a Chivasso.Lanciamo l'invito a presidiare alla Conferenza dei Servizi del prossimo  4 novembre, dalle ore 9,00 presso la sede della città metropolitana di c.so Inghilterra 7 a Torino per dire NO AL PROGETTO DI UNA NUOVA DISCARICA DI 787.000 m3.Continueranno le attività informative e di monitoraggio delle condizioni ambientali delle nostre zone. Stimoliamo tutte le persone sensibili e volenterose a fornire il loro fattivo contributo.Per essere informati sugli sviluppi della situazione ambientale del chivassese, per iniziative varie ed legali prossime, e per chi volesse aderire al prossimo presidio, scrivete a no_smarino@libero.it. Ass. TerrasanaRestiamo sani di MontanaroColdiretti di Chivasso 

Tipo di contenuto descrittivo: 
Temi: