A febbraio 2014 verrà spento "per controlli" l'inceneritore del Gerbido di Torino. TRM ammette "malfunzionamenti"

La TRM, proprietaria all'80% dell'inceneritore del Gerbido di Torino e controllata da Iren e F2i, dispone uno stop dell'impianto a febbraio, da poco entrato in funzione e oggetto delle proteste dei cittadini, i quali denunciano puzza, fumo e problemi di salute. L'azienda: "Superate le soglie di emissioni nocive, ma è normale in un impianto in avviamento". E scoppia un caso politico.

Maggiori dettagli su: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/24/torino-spento-il-termovalorizzatore-contestato-societa-ammette-malfunzionamenti/856204/

Da parte sua, il comunicato stampa di TRM dichiara che il fermo era programmato ed è tutto regolare... che ha sforato sui limiti di emissioni inquinanti per parecchie ore, ma che è tutto normale ed assumeranno tecnici specializzati per la futura gestione. Quindi fin'ora chi è ghe gestiva l'impianto? Una joint venture fra Babbo Natale e la Fata Turchina?!? Mah.

Di difficile interpretazione la notizia dell'assunzione dei tecnici provenienti dalll'inceneritore di Vercelli: da una parte sono persone che già conoscono questo tipo di impianti, ma dall'altra arrivano da un impianto finito spesso agli onori della cronaca per eccesso di inquinamento.

In piu' il monitoraggio sanitario della provincia, su questi lavoratori,  lascia perplessi per il fatto che queste persone non possono avere un punto zero( il così detto bianco) perche arrivano da un altro impianto.

Quanto al fermo impianto, non sembra così "programmato" come vorrebbero far credere: gli "interventi" riguardano infatti la sostituzione di parti dei bruciatori della fornace per aumentare la potenza e quindi la quantità di metano bruciabile, al fine di evitare i cosiddetti "trip di caldaia"...

Già nei mesi scorsi fu fatto un intervento "fuori progetto" con la rimozione dei bypass dei filtri a maniche. Ora nuovi interventi vogliono ovviare alle sovra-temperature dei forni immettendo aria dall'esterno. Cosi è vero si abbassano le temperature ma vi è il rischio di far saltare i filtri, senza calcolare che i fumi vengono così diluiti, pratica vietata per legge...

Tipo di avvenimento: