Risvolti vicenda TAR delle Marche

ATA, RIFIUTI: INTERROGAZIONE DEL MOV 5 STELLE JESI SUGLI ESITI DELLA SENTENZA DEL TAR N.848 DEL 21.11.2013

Il MoVimento 5 Stelle Jesi ha depositato una interrogazione a firma del consigliere Massimo Gianangeli (http://gianamax.files.wordpress.com/2013/12/interrogazione-su-sentenza-t... per scaricare il testo) inerente i possibili dirompenti esiti della sentenza n.848 del 21.11.2013 con la quale il TAR Marche ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Fermo per l’annullamento delibere di Giunta Regionale n. 801 e n.808 del 2012.

Con tali delibere, la Giunta Regionale aveva definito ed approvato lo Schema di Convenzione che stabilisce e regolamenta l’adesione di tutti i Comuni marchigiani (e quindi anche del Comune di Jesi) alla Assemblea Territoriale d’Ambito (ATA - l’organismo deputato alla pianificazione e gestione dei rifiuti) e, quindi, la sua stessa costituzione ed il suo pieno esercizio delle funzioni di competenza.

L’ATA-2 Ancona, di cui fa parte il Comune di Jesi, ha per altro già deliberato negli scorsi mesi alcune scelte che comporterebbero costi di milioni di euro di soldi pubblici per impiantistica. Costi che, ovviamente, ricadrebbero sulle tariffe pagate dai cittadini.

Esistono quindi fondati dubbi che sia le deliberazioni già prese sia quelle che verrebbero successivamente adottate in ATA possano essere illegittime, in quanto intraprese da un organismo costituito sulla base di un testo di Convenzione invalidato ed annullato dal TAR.

Una ennesima situazione estremamente critica in cui si è infilata la Regione ed ha coercitivamente costretto i Comuni ed i territori.

Per tale ragione nell’interrogazione si chiedono i dovuti chiarimenti sul quadro delineatosi a seguito della sentenza, sugli eventuali conferimenti del Comune all’ATA (previsti e regolamentati dallo Schema di Convenzione cassato dal TAR) e, soprattutto, sulla presumibile necessità che le deliberazioni dell’ATA debbano essere sospese in autotutela fino alla eventuale definizione da parte della Regione Marche di un nuovo Schema di Convenzione pienamente conforme alle norme vigenti in materia di funzioni fondamentali dei comuni ed alle recenti disposizioni dal TAR Marche, nonché fino alla successiva approvazione della stessa nuova convenzione da parte di tutti i consigli comunali dei Comuni aderenti all’ ATA.

Vista la delicatezza della questione, evidenziamo la necessità di una sollecita risposta da parte dell’amministrazione comunale e del Sindaco, nel pieno rispetto comunque delle tempistiche previste dal Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.

Jesi, 4 dicembre 2013

Tipo di avvenimento: 
Luoghi: