Situazione inceneritore Gerbido a metà agosto

Dopo alcuni mesi dalla formale accensione dell'inceneritore di Torino-Gerbido, qual'è la reale situazione? A parte i numerosi incidenti, a metà agosto lo stato è il seguente (ricordiamo che l'impianto è dotato di 3 linee di incenerimento uguali e parallele):

  1. La linea 1 è stata accesa a gas in data 7 agosto, dopo gli interventi di pulizia svolti a seguito degli eventi collegati alla apertura accidentale del By-pass; in data 8 agosto  è stata spenta causa scatto protezioni elettriche durante ad una prova sul generatore diesel (in sostanza uno scatto termico di potenza elettrica del motogeneratore); in data 9 agosto  è stata riaccesa a gas e poi a rifiuto; in data 10 agosto è stata spenta per intasamento silo bicarbonato e problemi additivazione urea. Ad oggi è spenta.
  2. La linea 2 è stata fermata il 12 agosto a causa di forti vibrazione della pompa di alimentazione acqua del ciclo termico. Le pompe di alimentazione acqua sono 3 più una di back-up. Si è provato ad avviare la pompa di back-up l’11 agosto, senza risolvere il problema delle forti vibrazioni pertanto il 12 agosto si è optato per lo spegnimento. Le vibrazioni nelle pompe, se si escludono guasti meccanici, sono causate generalmente da abbassamenti di pressione in alimentazione. Nel caso specifico ,secondo l’ing. Benzi, sono da escludere carenze della rete idrica in ingresso e con ogni probabilità si tratta di una abbassamento del battente di acqua tra il de-gasatore e la pompa medesima. Merita approfondire l’accaduto. Dal 12 agosto linea2 è pertanto ferma.
  3. La linea 3 è ferma da aprile e mai è stata avviata la fase di commissioning (i famosi 15 giorni).

Sostanzialmente dal 12 agosto si è deciso un fermo impianto al fine di affrontare tutta una serie di problemi emersi in fase di avviamento ed in particolare:

  • Logiche di funzionamento intese come interfacce DCS e PLC;
  • Incrostazioni di urea nei sili;
  • Riparazione del compressore di emergenza;
  • Reintegro acqua nelle torri di raffrenamento, automatismi;
  • Turbopompe da testare;
  • Raffreddamento olio trasformatore del ciclo fumi di linea 2;
  • Realizzazione di piping aggiuntivi;
  • Verifiche di bulloneria varia.

Sarà necessario per ognuno degli interventi in corso verificarne l’effettiva attuazione.

L’impianto sarà disponibile alla ripartenza la settimana prossima, ma non c’è una data fissata per ora (forse lun. 26 agosto). In merito alla soluzione definitiva della questione dei by-pass dei filtri a maniche ad oggi sono ancora in corso discussioni con la Provincia per trovare una definitiva soluzione.

Nel contesto attuale è bene evidenziare che ad oggi sono state incenerite dal 16 aprile 2013 complessive 12.900 ton. Sono entrate in impianto circa 18.000 ton. (sono pertanto in fossa di carico circa 5.100 ton). L’ultimo Piano d’Ambito approvato dall’ATO-R di Torino con delibera n.12 del 28 maggio 2013 prevedeva che nel periodo aprile-agosto 2013 fossero inviti ad incenerimento 85.000 ton. Lo stesso documento valutava la capacità di incenerimento dell’impianto del Gerbido nel 2013 in 222.000 ton.

Si rende pertanto necessaria una convocazione urgente del Comitato Locale di Controllo nella quale si richieda a TRM ed all’ATO-R una relazione di dettaglio da parte dei primi in merito ad un aggiornamento delle previsioni dei flussi previsti per il 2013 e da parte dell’ATO-R una conseguente presa d’atto ed illustrazione delle misure che si intendono mettere in atto.

Nel merito meramente tecnico si conferma quanto già espresso in precedenza ossia il fatto che ad oggi si continua a procedere con continui cicli di accensione e spegnimento, fatto che, oltre a produrre impatti ambientali maggiormente elevati, non costituisce sicuramente una garanzia per nessuno e che andrebbe quanto prima ovviato. Nel merito è sicuramente apprezzabile l’atteggiamento di TRM in occasione del fermo dell’11 agosto ossia decidere un periodo e definire un planing di interventi urgenti da effettuare prima di successivi avviamenti. Forse occorrerebbe una approfondita discussione nel merito anche in sede di CLdC.

Tipo di contenuto descrittivo: 
Valutazione: