Biomasse: allarme centrali da 0,999 MW - Green economy e black economy

Biomasse - Legambiente (senza tornaconti?) certifica inceneritori "socialmente utili" - Come ti pulisco nella premiata lavanderia a gettoni (d'oro) "Green Washing Legambiente spa" le emissioni cancerogene e gli impatti sociali delle biomasse.

E noi che credevamo che il biomassismo fosse l'espressione più bieca dell'avidità dell'egoismo economico anti-sociale! Ci sono le biomasse "pulite" (e questo ce lo dicevano già) e "sostenibili" (e qui ci vuole un bel pelo sullo stomaco ma l'abbiamo sentito).

I piazzisti di biomasse (e biogas) di Legambiente vanno oltre. Ora insegnano che ci sono le "piccole" centrali a biomassa da 999kW non solo "pulite" ma anche "socialmente utili". Il miracolo lo fa la RENOVO, una società biomassista di Mantova che ha un bellissimo "progetto sociale": impiantare 50 centrali da quasi 1MW in tutta Italia. Il progetto è talmente bello che è stato presentato con una mostra portata in giro dal TRENO VERDE di Legambiente.

Va specificato che al di sotto del MW elettrico di potenza queste centrali non necessitano di particolari procedure autorizzative ed ottengono anche incentivazioni molto alte sulla produzione elettrica... ecco quindi quindi spiegato il proliferare di centrali da 0,999 MW.

Attinente anche con i pirogassificatori di Casalino e Borgofranco: Green economy e black economy

Egregio Direttore,

il recente dibattito relativo al progetto dell' impianto di pirolisi degli pneumatici di Casalino impongono un chiarimento su che cosa sia in realtà la " green economy" e che cosa sia il suo rovescio, chiamiamola per comodità la " black economy".Nel caso del riciclo dei pneumatici. GREEN ECONOMY é:

  • primo: costruire biopneumatici fatti con biobutadiene ottenuto dagli SCARTI AGRICOLI ( Novamont e altri):
  • Secondo: trattare a freddo ( mediante triturazione, macinazione, ecc,) i pneumatici dismessi per ottenere granulato o polverino, materiale con centinaia di applicazioni ( pannelli fonoassorbenti, campi da calcio,asfalti, ecc.).
  • Terzo: ricostruire i vecchi pneumatici.
  • Quarto, ma non ultimo: incrementare i trasporti su ferro o su acqua e diminuirei trasporti su gomma.

Al contrario, BLACK ECONOMY è :

  • primo, abbandonare o bruciare i pneumatici dismessi nei campi.
  • Secondo: interrare gli stessi in discariche.
  • Terzo: bruciare gli pneumatici dismessi nei cementifici o nelle centrali termiche ( emissioni fuori controllo).
  • Quarto: costruire biopneumatici con biobutadiene ottenuto dal MAIS ( sottrazione di cibo).
    Quinto: costruire biopneumatici con biobutadiene ottenuto da colture dedicate, cioè da altri vegetali ( sottrazione di terreno agricolo agli usi alimentari).
  • Sesto e non ultimo: sottoporre alla pirolisi gli pneumatici dismessi ( prodotti ed emissioni pericolosi), come nel caso dell' impianto di Casalino, il cui progetto siamo ancora  in attesa di potere vedere.

Ormai anche i giornali più "allineati" si accorgono che è piu conveniente il riciclo: vedi La Stampa 

 

Tipo di contenuto descrittivo: 
Luoghi: 
Valutazione: