Vogliamo tutelare i beni comuni con particolare attenzione all'aria, all'acqua e alla terra, con la convinzione che è indispensabile recuperare integralmente i rifiuti senza distruggerli in modo da conservare preziose risorse per le future generazioni. In questo sito puoi trovare molte informazioni sul tema dei rifiuti e delle problematiche ambientali, sanitarie ed economiche connesse, con particolare ma non esclusivo riferimento al Piemonte. No a nuovi impianti di distruzione o interramento e no ad ampliamento di vecchi

Controlli sanitari truffa per il Gerbido?

I controlli sanitari sulle popolazioni residenti nell'area di influenza del Gerbido sono pensati per rilevare un aumento di sostanze nocive nel corpo umano di almeno il 20% in 3 anni. Visto che si parla di diossine e PCB, questo "almeno +20%" è una enormità.

Tipo di contenuto descrittivo: 

Resoconto dell'ultimo Comitato Locale di Controllo del 29/5/2013

Un breve resoconto di quanto discusso nell'ultimo Comitato Locale di Controllo del 29/5/2013. Della massima rilevanza (in negativo) l'ultimo punto evidenziato in grassetto.

Tipo di avvenimento: 

Lo studio di sorveglianza sanitaria ASL-ARPA non sarà in grado di dimostrare aumenti di diossine e PCB inferiori al 20%

http://carloproietti.blogspot.it/2013/05/lo-studio-di-sorveglianza-sanitaria.html?spref=fb

Lo studio di sorveglianza sanitaria delle ASL e dell'ARPA non sarà in grado di dimostrare aumenti di diossine e PCB inferiori al 20%. Saranno spesi 2.200.00 di euro a carico dei cittadini per permettere alla politica di dire "Non è dimostrato alcuna aumento di PCB e diossine nel sangue!"

Tipo di contenuto descrittivo: 
Valutazione: 

I controlli sanitari indipendenti ISDE sulle unghie dei bambini: descrizione e stato di avanzamento.

Come Attivisti del Coordinamento Ambiente Rifiuti Piemonte, appoggiamo in pieno l'azione di controllo sanitario che l'Associazione Medici per l'Ambiente (ISDE) sta portando avanti sull'area  interessata dall'inceneritore di TORINO.

Tipo di contenuto descrittivo: 

Replica del Comune di Torino sull'incidente al Gerbido del 2 maggio 2013

A seguito di una interrogazione in Consiglio Comunale a Torino riguardo all'incidente occorso al Gerbido il 2-3 maggio, l'Assessore preposto ha replicato leggendo un comunicato di TRM, contenente una sfilza di dichiarazioni generiche, per nulla tecniche ma molto rassicuranti.

Tipo di avvenimento: 

Incontro a Vinovo il 6 giugno 2013 sulle buone pratiche di gestione dei rifiuti

Volantino serata tornavaccaIl 6 giugno 2013 alle 20:45 a Vinovo (Cascina Don Gerardo, via San Bartolomeo) avrà luogo un incontro dal titolo LAVORI IN CORSO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI, durante il quale si affronteranno alcuni importanti temi:

Tipo di avvenimento: 
Valutazione: 

Beinasco fa ricorso contro l'inceneritore: "l'ambiente salubre è leso dal sovraccarico impiantistico"!

La Giunta presieduta dal Sindaco Piazza di Beinasco ha dato mandato ai suoi avvocati di ricorrere contro la Regione Piemonte sia avanti al TAR (DGC n. 57 del 07/05/2013) che d'urgenza avanti al Giudice Ordinario (DGC n. 60 del 14/05/2013), per il mancato rispetto dell'Accordo di Programma relativo all'inceneritore, che prevedeva la rilocalizzazione della Servizi Industriali.

Nella delibera 60 in particolare si legge, nero su bianco, che il motivo del ricorso è la:

Tipo di avvenimento: 
Valutazione: 

Chiuderà entro il 2013 l'inceneritore a Fusina di Marghera Veneto

Venezia, chiusura dell'inceneritore di Fusina nel 2013

Tipo di avvenimento: 
Luoghi: 

Inizia il biomonitoraggio ISDE sui bambini che vivono presso l'inceneritore del Gerbido

Nel pomeriggio di lunedì 20 maggio 2013 si è svolto il primo campionamento di unghie dei piedi di 51 bambini di età compresa fra i 7 e gli 8 anni residenti nel comune di Orbassano. Si tratta della prima fase operativa del programma periodico di biomonitoraggio che l’associazione internazionale medici per l’ambiente – ISDE - sta attuando per evidenziare le future ricadute delle emissioni dell’inceneritore del Gerbido sulla popolazione. 

Tipo di avvenimento: 

Convocazione del Comitato Locale di Controllo il 29/5/2013

logo CLdCIl 29 maggio, alle ore 17.30, è convocato l'incontro del Comitato Locale di Controllo dell'inceneritore del Gerbido presso il Comune di Grugliasco (Piazza Matteotti, 50).

L'OdG prevede i seguenti argomenti:

Tipo di avvenimento: 

Parte una esplorazione sul 7° continente: l'isola di plastica galleggiante nel Pacifico grande più dell'India

Parte in questi gioni una esplorazione di quello che è stato definito "il 7° continente": si tratta di una enorme isola galleggiante costituita dai rifiuti di plastica (bottiglie, reti, cassette di polistirolo ecc.) che , per via delle correnti oceaniche, si è formata in mezzo al Pacifico.

il "continente" è più grande dell’India: si estende su 3,4 milioni di chilometri quadrati ed è spesso fino a 30 metri.

Approfondimenti su:

Tipo di avvenimento: 
Luoghi: 

Pirogassificazione a Borgofranco di Ivrea (TO)

L’imprenditore Rege Coletti chiude ogni progetto e lascia Borgofranco. La sua azienda, la Comimet di Avigliana, non realizzaerà alcun impianto per la produzione di pirogassificatori portatili da rivendere alle aziende (progetto iniziale, elaborato con il Politecnico di Torino, per il quale s’era individuata l’area ex Alcan), nè il progetto alternativo, presentato un paio di mesi fa nell’ottica di mettere fine alle proteste della popolazione, relativo ad un sistema di trattamento a freddo dei rifiuti.

Tipo di contenuto descrittivo: 
Argomento: 
Luoghi: 
Valutazione: 

Resoconto della visita all'inceneritore del Gerbido del 10/5/2013

Video-resoconto della visita effettuata il 10 maggio 2013 da una delegazione di parlamentari a Cinque Stelle (Laura Castelli, Marco Scibona ed Ivan Della Valle), affiancati da Giorgio Bertola (collaboratore del Gruppo Consiliare) e dall'Ing. Renato Carbone del Coordinamento No Inceneritore Rifiuti Zero Torino.

Tipo di contenuto descrittivo: 

Di nuovo guasto l'inceneritore di Torino

Non è stato inaugurato ma è già partito, e come tutte le cose non finite funziona male.

Dopo il "guasto" del 2 maggio che ha causato emissione di grandi quantità di polveri nocive, la pioggia di questi giorni ha causato nuovamente due fermate all'impianto. Meno male che non è una centrale nucleare, anche se le emissioni non sono da meno quanto a nocività: diossine, PCB ecc sono tutti potenti cancerogeni, alla pari delle radiazioni.

Fonti notizia:

Tipo di avvenimento: 

I controlli ambientali: il caso Taranto e la corruzione politico-amministrativa

Il caso dell'Ilva di Taranto è noto a tutti: per decenni l'industria ha emesso diossine e sostanze altamente nocive (e continua tutt'ora a farlo) nella sostanziale indifferenza della classe politica e degli enti preposti al controllo.

Addirittura, la sistematica violazione delle norme è stata favorita e promossa da chi doveva vigilare. È il caso -secondo i giudici- dell'(ex) assessore all'ambiente della Provincia di Taranto (del PD).

Tipo di avvenimento: 
Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Coordinamento Ambientalista Rifiuti Piemonte RSS