Vogliamo tutelare i beni comuni con particolare attenzione all'aria, all'acqua e alla terra, con la convinzione che è indispensabile recuperare integralmente i rifiuti senza distruggerli in modo da conservare preziose risorse per le future generazioni. In questo sito puoi trovare molte informazioni sul tema dei rifiuti e delle problematiche ambientali, sanitarie ed economiche connesse, con particolare ma non esclusivo riferimento al Piemonte. No a nuovi impianti di distruzione o interramento e no ad ampliamento di vecchi

TARIFFA PUNTUALE TANTO PRODUCI TANTO PAGHI

Entro la fine di settembre c.m. i cittadini novaresi sono chiamati a pagare la prima rata della TARI 2020, la tassa rifiuti, ed entro fine dicembre p. v. a versare la seconda e ultima rata. Il pagamento della TARI 2020 è slittato di qualche mese rispetto all' anno scorso, come tutti sanno, a causa del coronavirus. Quello che i cittadini novaresi invece non sanno, e presumo vorrebbero sapere, è quando la Tariffa Puntualeverrà realmente applicata dopo le varie sperimentazioni nei vari quartieri.

RISPOSTA ALLA CONSULTAZIONE SAD DEL MINISTERO AMBIENTE:

RISPOSTA  DEL CARP A CONSULTAZIONE SAD DEL MINISTERO AMBIENTE:

 

1)GLI ATTUALI INCENTIVI ALLA PRODUZIONE DI BIOGAS/ BIOMETANO

Il DM 02.03.2018 e successivi concedono incentivi agli impianti per la produzione di biogas/ biometano, ma la loro applicazione rimane bloccata o critica in assenza della normativa nazionale sull' EOW( End of Waste) o Cessazione della Qualifica di Rifiuto.

Luoghi: 

PROPOSTE DEL CARP PER RISOLVERE L' EOW( End of Waste)

PROPOSTE DEL CARP PER RISOLVERE  L' EOW( End of Waste)

Durante l' audizione del 23. 07. 2020 presso la V Commissione Ambiente del Consiglio Regionale del Piemonte. il CARP ha presentato alla Regione le seguenti proposte:

 

Luoghi: 

VISITA GUIDATA ALLE RIFORESTAZIONI A NOVARA( 03. 07. 2020)

VISITA  GUIDATA  ALLE  RIFORESTAZIONI  A  NOVARA( 03. 07. 2020)

1)AREA VIA PRELLE

Questa visita si svolge nell'ambito delle ricognizioni richieste dalle Associazioni in sede di Consulta

Comunale per l'Ambiente. Sono presenti Legambiente, Carp, Isde, Vivi Novara, Pro Natura.

Guidano la visita i tecnici dell' Ufficio Verde del Comune: Bosco, Carnero, Travaglia.

Temi: 

CHIEDIAMO TRASPARENZA SUL POLO LOGISTICO DI AGOGNATE( NOVARA)

CHIEDIAMO  TrASPARENZA  SUL  POLO  LOGISTICO  DI  AGOGNATE( NOVARA)  Leggiamo oggi lunedì 18 maggio 2020 sui media un' intervista dell' Assessoreall' Urbanistica del Comune di Novara sul progetto del Polo Logistico di Agognate e rimaniamoa dir poco esterrefatti.. Dopo sei anni dalla prima variante del Piano Regolatore nel lontano2014, siamo  ormai alla terza o quarta variante, ciononostante  navighiamo ancoranel buio più completo.Primo: non sappiamo quale azienda verrà ad installarsi ad Agognate.

Temi: 

ANCORA SULLO SMALTIMENTO DELLE MASCHERINE USATE

  Torniamo sull' argomento per informare su due novità, relative allo smaltimento delle mascherine usate: la prima è la circolare dell' Assessore Ambiente della Regione Piemonte, che conferma che le mascherine usate( e i guanti usati) devono essere conferiti nel rifiuto indifferenziato. La seconda novità è che il Ministro Ambiente Costa ha invitato i farmacisti e i supermercati ad attrezzarsi per raccogliere separatamente in appositi contenitori davanti ai loro negozi le mascherine usate e i guanti usati, allo scopo di riciclarli e farne materie prime seconde.

Luoghi: 

COME SMALTIRE LE MASCHERINE USATE?

 Ecco un nuovo tipo di rifiuto, ignoto fino a sei mesi fa, cioè le mascherine anti covid usate.A prima vista si tratta di un rifiuto indifferenziato come molti altri, che va a finire nel bidone nero dei rifiuti non riciclabili, e alla fine verrà bruciato negli inceneritori lombardi. In effetti le mascherine usate pongono qualche problema. Intanto ci sono diversi tipi di mascherine, ma per ora concentriamoci sul tipo più diffuso, le mascherine chirurgiche. Nei prossimi mesi ne consumeremo una grande quantità, in tutta Italia decine di milioni di pezzi al mese.

Luoghi: 

CANCELLATO PROGETTO VIGEVANO DI RICERCA PETROLIFERA!

 Pochi giorni fa il permesso di ricerca petrolifera " Progetto Vigevano",grazie al cielo, è stato cancellato definitivamente dal Ministero dello Sviluppo Economico,dopo che le aziende petrolifere proponenti avevano rinunciato a questo progetto già nelgiugno 2019. La rinuncia al progetto è avvenuta a seguito di alcune indagini preliminari,eseguite dai proponenti con risultato negativo, ma anche grazie alla lunga e decisaopposizione da parte delle popolazioni locali.

Luoghi: 

BASTA DISCARICHE NELLE CAVE DISMESSE!

Nella Valle Dora, nelle province di Biella e Vercelli, quatto cave dismesse sono diventate nel corso degli ultimi anni, discariche, cioè sono state utilizzate per lo smaltimento dei rifiuti. Le conseguenze di questa trasformazione sono molto gravi: degrado ambientale, penalizzazioni delle limitrofe attività agricole e industriali, rilascio di percolato da queste discariche nella falda freatica.

Convegno : Tutela del patrimonio forestale e utilizzo delle biomasse da manutenzione dei boschi.

Si è svolto nel pomeriggio di sabato 24 novembre 2018 presso la sala consiliare del Comune di Boca, il convegno sulla valorizzazione e sostenibilità delle biomasse, organizzato da C.A.R.P. Novara Odv e dal locale Club Unesco “Terre del Boca”.

ESISTE CORRELAZIONE TRA INQUINAMENTO DELL' ARIA E CORONAVIRUS?

ESISTE  CORRELAZIONE  TRA  INQUINAMENTO  DELL' ARIA  E  CORONAVIRUS? Non crediamo e alcuni studi affermano non  sia casuale che i due primi focolai del coronavirus siano due tra le aree geografiche col più alto tasso d' inquinamento dell' aria del Pianeta:la regione di Hubei in Cina e la Pianura Padana in Europa.Ci sembra anche intuitivo il meccanismo: da una parte l' inquinamento elevatoe costante nell' arco di di parecchi anni dell' aria provoca lo stress e quindil' indebolimento del nostro sistema respiratorio, dall' altra parte le polveri sottilipossono anche essere il vettore meccanico

Luoghi: 

DEFORESTAZIONE, CONSUMO SUOLO E CORONAVIRUS

 DEFORESTAZIONE, CONSUMO  SUOLO  E  CORONAVIRUS Il geologo Mario Tozzi sul quotidiano " La Stampa" del 14. 03. 2020 riporta in un ampio articolouna interessante ipotesi che ha dato il via a diverse ricerche sulla linea: far bene all' ambiente uguale far bene alla salute umanao, a rovescio, far male all' ambiente uguale far male alla salute umana.Il ragionamento parte da una certezza scientifica: le epidemie degli anni passati: Ebola, Sars,Zika, H1 N1, Mers sono state tutte causate dalla trasmissione del virus da animali selvatici adanimali addomesticati e da questi al sapiens.

Luoghi: 

VITTORIA A RONDISSONE SUL PROGETTO DI BIOMETANO

Vittoria clamorosa contro il progetto biometano di Rondissone!

Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a Coordinamento Ambientalista Rifiuti Piemonte RSS