Vogliamo tutelare i beni comuni con particolare attenzione all'aria, all'acqua e alla terra, con la convinzione che è indispensabile recuperare integralmente i rifiuti senza distruggerli in modo da conservare preziose risorse per le future generazioni. In questo sito puoi trovare molte informazioni sul tema dei rifiuti e delle problematiche ambientali, sanitarie ed economiche connesse, con particolare ma non esclusivo riferimento al Piemonte. No a nuovi impianti di distruzione o interramento e no ad ampliamento di vecchi

Dove vanno i fumi dell'inceneritore di Torino-Gerbido?

Molti credono, a torto, che un inceneritore sia un problema solo locale. Basta essere a qualche chilometro per stare al sicuro? Ovviamente no.

All'inceneritore di Torino rifiuti da tutta Italia. E noi respiriamo...

Sono circa due anni che l'inceneritore di Torino-Gerbido brucia rifiuti provenienti dalla Liguria, in base ad accordi fra il PD e la giunta di centrodestra della riviera. Si tratta di ben 70'000 tonnellate all'anno, che producono lauti incassi per TRM (società privatizzata che gestisce l'inceneritore) ed abbondanti veleni (diossine, mercuiro polveri) per gli abitanti di Torino e Provincia nonchè per chi consuma cibi (latte, verdure, grano, mais... ecc) prodotti nella zona.

Tipo di avvenimento: 
Valutazione: 

Presto l'inceneritore brucerà di più, emettendo sempre maggiori veleni, grazie a Renzi & PD

L'inceneritore del Gerbido aumenterà i volumi di rifiuti bruciati, passando dalle 421mila tonnellate annue di oggi a 490-505mila, con un aumento del 20% circa.

Questo grazie al decreto "Sblocca Italia" di Renzi che "obbliga" (poverini!...) gli inceneritori a lavorare al massimo carico termico, ovvero a bruciare il più possibile, in deroga a tutti i vincoli ed autorizzazioni preesistenti.

TRM, la società privata che lucra sulla gestione dei rifiuti del torinese grazie al PD, ha chiesto quindi la revisione dell'autorizzazione integrata ambientale (AIA), e tale procedura è in corso negli uffici della ex Provincia, oggi sostanzialmente in mano ai burocrati di nomina politico-affaristica.

Tipo di avvenimento: 

Chiarezza sul "vapore" che esce dall'inceneritore del Gerbido: i veleni ci sono ma non si vedono

Molto spesso i cittadini segnalano che si vedono, specie durante la notte, grandi quantità di fumo provenire dall'inceneritore di Torino Gerbido.

Regolarmente, sia TRM che i vari enti preposti al controllo diffondono informazioni tranquillizzanti affermando che si tratta "solo di vapore" e che pertanto non c'è da preoccuparsi, e questa informazione viene divulgata da giornali e TV. Ma è vero?

 

Tipo di contenuto descrittivo: 

La Rai chiude Scala Mercalli, il programma di Luca Mercalli su clima e ambiente

La censura della nuova Rai renziana di Antonio Campo Dall’Orto e Monica Maggioni si abbatte anche su Scala Mercalli, l’ultimo programma cancellato da Rai Tre. Il motivo? “Abbiamo trattato argomenti che sono scomodi per qualsiasi governo, e il governo Renzi non fa certo eccezione.

Luoghi: 

Sindaca nuova, politica nuova!

Dopo decenni, il PD - Partito Diossina lascia il campo ad un'aria nuova.

Congratulazioni da parte del Carp per l'elezione della neo sindaca Chiara Appendino. E soprattutto i migliori auguri per l'enorme lavoro che l'attende e che - confidiamo - punterà al più presto fra le altre cose alla massimizzazione della raccolta differenziata ed alla riduzione quanto più possibile dell'uso dell'inquinante e "sprecone" inceneritore del Gerbido, rinegoziando il contratto con TRM a cui il PD ci ha impiccati per 30 anni: un vero capestro.

Rifiuti, qual è la situazione degli Ambiti territoriali ottimali (Ato) in Italia e in Toscana?

Viti (Sei Toscana): «Un numero minore di soggetti e servizi su scala industriale sono un’opportunità per il territorio»
5 febbraio 2016

Tipo di contenuto descrittivo: 
Argomento: 
Luoghi: 

Come valutare gli impianti di trattamento rifiuti

La trasparenza delle procedure di autorizzazione di nuovi impianti per il trattamento dei rifiuti lascia spesso a desiderare. Perciò le associazioni e i comitati di cittadini, stretti dai tempi di queste procedure, si trovano sovente nella necessità di farsi una prima idea sulla pericolosità o meno di un determinato progetto allo scopo di iniziare a preparare tutte le iniziative necessarie per contrastare l' approvazione di detto progetto: informazione ai cittadini, banchetti, raccolta firme, ecc.

Tipo di contenuto descrittivo: 
Luoghi: 

Il crollo dei prezzi delle materie prime mette in crisi l’economia circolare

«Il riciclo può funzionare solo se si è capaci di attribuire il giusto ‘prezzo’ legato all’utilizzo di materie vergini da parte dell’industria» L’allarme di Danilo Bonato, direttore generale Remedia

3 febbraio 2016
di Luca Aterini

Tipo di contenuto descrittivo: 
Luoghi: 

Il CARP augura buon Natale e buone feste... e speriamo in un 2016 meno inquinato

Buone feste

Il Coordinamento Ambientalista Rifiuti Piemonte augura a tutti i cittadini i migliori auguri di buon Natale, buone feste e felice anno nuovo. Purtroppo gli auspici non sono dei migliori...

Tipo di avvenimento: 
Argomento: 

Aria più pulita nel 2013 a Torino. Evviva. Invece oggi nel 2015...

Così esordiva l'assessore all'ambiente Enzo Lavolta nel 2013 citando un rapporto ARPA, ma si è ben guardato di dire che la stessa ARPA nel medesimo rapporto aveva evidenziato che questo risultato era stato possibile "grazie alla pioggia incessante del 2012 e del 2013".

Tipo di avvenimento: 

Comitato locale di controllo dell'inceneritore di Torino. Parliamone il 20/7/2015 a Rivalta

Aggiornamento sulla questione Comitato Locale di Controllo dell’inceneritore del Gerbido

Da mesi il Comune di Rivalta cerca di ottenere una convocazione. Il massimo ottenuto è stata una riunione dei Sindaci a metà marzo in cui si è deciso di rivedere il regolamento per poi procedere alla convocazione.

Tipo di avvenimento: 

Outlet degli elettrodomestici usati - iniziativa di recupero e ricondizionamento dei RAEE

Qualsiasi azione per diminuire i rifiuti è benvenuta, ricordiamo che però la vera soluzione non può essere solo uno spot pubblicitario ma una vera soluzione è la trasformazione del nostro stile di vita consumistico. Una vera azione di diminuzione e creazione lavoro con distribuzione del reddito sarebbe introdurre obbligatoriamente i vuoti a rendere o bandire il polistirolo dagli imballi, eliminare il mater-bi dai sacchetti ecc......

Comunque ben venga anche questa nuova iniziativa:

Tipo di contenuto descrittivo: 
Luoghi: 
Valutazione: 

Pagine

Abbonamento a Coordinamento Ambientalista Rifiuti Piemonte RSS